Home > Argomenti vari > I segni nel tempo

I segni nel tempo

19 Agosto 2005

I Segni nel tempo
by Carmine Natale Apatura Iris

Printed: $13.65

Download: $6.50

Description:
Scritto in italiano. Analizzo il lessico dei mass media italiani. Con esemplificazioni tratte dalla televisione, dalla stampa e da internet, dimostro che le approssimazioni nella terminologia e, ancor più, nei segni grafici sono influenzate da quella che chiamo “la grammatica dei chatter”. Una parte dello studio è dedicata ai segni grafici, un’altra alle mode lessicali nel telegiornalismo e nelle traduzioni da testi stranieri. Il mio stile di scrittura è moderno, con brevissimi richiami al passato. (Eng.) Mass-media language analysis: I investigate how, taking examples from TV spots, press and the Internet, the modern language (graphic signs and lexical trends), is influenced by the “chatters grammar” mode. Some of the analysis concern the graphic signs, others concern the lexical trends in the TV journalism and in the translations from foreign languages texts. My writing style is influenced by the ancient ones. Language: Italian.
Email this page to a friend
Product Details:
Printed: 131 pages, 6.0 x 9.0 in. (Trade Paperback), perfect-bound, black and white interior
Download: PDF (712 kb)
ISBN: 1-4116-3668-6
License: Standard Copyright License
Copyright Year: © 2005
Language: Italian
Lulu Sales Rank: 1312

Per vedere la copertina vai sul sito:

http://books.lulu.com/content/137934

Riferimenti: I segni nel tempo

  1. vanessa_liria
    19 Agosto 2005 a 18:12 | #1

    Ciao! Sì, ho, anzi ò letto I Segni nel tempo perché avevo letto un suo precedente “L’oca chattajola”. L’oca è più simpatica, perché è ironico e discorsivo, però I Segni è, non solo scritto meglio, ma rappresenta una possibilità per conoscere la nostra lingua. Secondo me, infatti, chi vuole scrivere poesie (come me) o racconti DEVE leggerlo: conoscerà i segni grafici e le mode lessicali (in questa parte mi sono resa conto di come parliamo male). Vanessa

  2. Elia Tropeano
    19 Agosto 2005 a 19:21 | #2

    ò letto L’oca chattajola di Carmine Natale e ò scaricato da Lulu “I segni del tempo”.
    Complimenti all’autore.

  3. pierino
    19 Agosto 2005 a 19:29 | #3

    ò caduto o sono caduto, sempre a terra ò andato.

  4. elia.tropeano
    19 Agosto 2005 a 19:41 | #4

    Simpatico commento, ma pregasi non firmarsi con il nostro link: autori.blog.tiscali.it

  5. ferrer
    21 Agosto 2005 a 21:38 | #5

    Tutto molto interessante.

  6. i_segni_nel_tempo
    22 Agosto 2005 a 2:38 | #6

    Ciao, lettori!
    “I Segni nel tempo” è un’ardit’analisi del linguaggio e della grammatica contemporanei. Essa è tanto provocatoria che per un linguista ò una “visione iper-razionale e religiosa della lingua italiana”. Nell’operetta, eseguo una comparazione – e credo d’essere stato il primo a compierla, già nel mio precedente “L’oca chattajola” – fra lingua usata dai giovanissimi chatter e lingua dei mass-media, constatando, infine, grazie alle centinaja di esemplificazioni, che televisione, stampa, cinema, internet… mutuano, inconsapevolmente, dai primi e ne diffondono la loro incoerente, piatta grammatica, (che io chiamo “grammatica dei chatter”). Spero d’essere stato chiaro; vi saluto cordialmente, L’oca

  7. autori blog
    23 Agosto 2005 a 12:23 | #7

    Interessante davvéro l’articolo che ci è arrivato direttamente dello scrittore e saggista Carmine Natale.
    Un ringraziamento e tanti auguri per la sua ultima pubblicazione ‘Isegni nel tempo’.

I commenti sono chiusi.