Home > Argomenti vari > Poesia di Reno Bromuro

Poesia di Reno Bromuro

8 Dicembre 2005

AUGURI A TITINA E IMMACOLATA

Concetta, Titina o Immacolata

no, non fosti il trastullo del soldato;

fosti il vero amore e rallegrasti

giorni di guerra piena e di paura.

Ti ricordo, ché gli occhi del soldato

fino alla fine specchiarono l?amore;

il tuo portamento regale

la tua bellezza di Venere

e Dea di carne fosti, desti

serenità e oblio al tormentato

cuore di quell?uomo vestito

in grigioverde che per amore

credette di non vivere la guerra.

Oggi è il tuo nome e festeggio

il coraggio, gli abbandoni infuocati

il portamento regale del tuo andare

i baci che somigliano a fiori dell?oblio.

Il tuo onomastico è il ricordo del soldato

che festeggio e ringrazio d?averlo amato

peccato che l?amor tuo non riuscì

a riscaldare nella sconfinata steppa

il corpo che correva e sognava te:

ora è statua di neve a ricordare

i giorni di oblio e l?amore vissuto.

© -2005 Reno Bromuro

Il Baricentro Mensile di critica artistica e letteraria

<http://www.poetes.it/italiano21.htm

<http://skorpiona.webcindario.com/reno_bromuro.htm

Riferimenti: Reno Bromuro

I commenti sono chiusi.