Birmania libera

28 Settembre 2007 1 commento

Esprimo soliderietà al popolo birmano e, soprattutto, ai monaci buddisti che stanno, in questo momento, patendo le sofferrenze più atroci che si possano immaginare (in Birmania, torture ed esecuzioni sono all’ordine del giorno) . Ho rasato i capelli a zero, vincendo le resistenze familiari, e mi sono sento libero, estendo a voi tutti una segno di partecipazione.

Prosegui la lettura…

COPYRERO

14 Settembre 2007 Commenti chiusi

 

COPYZERO: ALL RIGHTS DIGITALIZED


[immagine] Simbolo di Copyzero [banner] Simbolo di Copyzero

Se vuoi parlare di Copyzero puoi utilizzare questa presentazione per conferenze: aiutaci a diffondere le libertà digitali. Grazie.

Prosegui la lettura…

IL DEPUTATO COSTA AI CONTRIBUENTI 153.000 ? AL MESE

13 Settembre 2007 2 commenti
 
Mce-Aifavin & Medici Pro African Hospitals ONLUS
denuncia pubblicamente l’ennesimo scandalo italiano:
-sproporzionati costi dei Parlamentari in servizio e non-.
Quali gli eccessivi costi per lo Stato?.
Un Deputato costa Complessivamente 153.000 € al mese.
La sola camera dei deputati costa al cittadino 4.289.968 di Lire al minuto – Sono finora costati 2.245 miliardi (in base a quanto hanno dichiarato) … Oltre 153.000 €uro al mese per ciascun deputato.

MCE (Movimento Cittadini Europei) da diversi anni asserisce pubblicamente che uno Stato e una classe dirigente che desidera il rispetto della popolazione deve usare le risorse pubbliche e i compensi con equilibrio e rigore.
In questo caso conta moltissimo anche l’esempio. Se si vuole un popolo con dei valori anche la sua classe dirigente non deve essere una casta interessata a difendere strettamente la conservazione dei propri privilegi.
L’Italia e gli italiani non possono assolutamente permettersi una spesa di così enormi dimensioni per le sue istituzioni, soprattutto non possiamo permetterci di avere una classe dirigente che ingenera sospetti per il semplice fatto di avere moltisismi, esageratamente troppi ingiustificati privilegi.
Il Responsabile nazionale del settore Sanità di MCE
Dott. Franco Pesaresi
________________________________________
Segue la tabella in dettaglio di costi di un Parlamentare
Per gentile concessione di Bruno Aprile, Vimercate (MI)
Dati estrapolati da www.camera.it
Indennità parlamentare 19.855.289
Indennità d’ufficio 809.415
Altre indennità 9.259
Rimborso spese di viaggio 2.013.228
Rimborso spese di soggiorno 5.450.175
Rimborso spese segreteria e rappresentanza 8.835.979
TOTALE 36.993.345
Inoltre:
Telefonia mobile (cellulari) 126.984
Alimentari 396.334
Biancheria 3.552
Carburanti e lubrificanti 20.402
Combustibili 39.683
Prodotti igienici, farmaci e sanità 26.456
Altri servizi 529.101
Stoviglie e vestiario 29.101
Altri beni di consumo 39.683
Trasporti aerei 1.124.339
Pedaggi autostradali 284.392
Contributi fondo solidarietà deputati 1.322.751
Stampa pubblicazioni 119.048
Assicurazioni sulla vita ed infortunio 357.143
Assicurazione R.C. 55.556
Assicurazione R.C.A. 6.614
Noleggi 892.857
Parcheggi 129.630
Ristorazione 357.143
Accertamenti diagnostici 1.323
Spese di rappresentanza 25.026
Trasporti ferroviari 456.349
Contributi per il funzionamento del gruppi 2.685.185
Spese postali 308.201
TOTALE 9.516.853
Per non parlare di:
Tribuna d’onore negli stadi gratis
Tessera del cinema gratis
Tessera teatro gratis
Tessera autobus/metropolitana gratis
Francobolli gratis
Viaggi aereo nazionali gratis
Viaggi treno carrozza letto gratis
Circolazione autostrade gratis
Corso lingua straniera gratis
Piscine e palestre gratis
Vagone rappresentanza delle FS gratis
Aereo di stato gratis
Uso di prefetture ed ambasciate gratis
Cliniche gratis
Rimborso spese mediche gratis
Assicurazione infortuni gratis
Assicurazione in caso di morte gratis
Auto blu con autista gratis
Giornali gratis
Ristorante gratis
Totale complessivo = 46.510.198 al mese per ciascun deputato, cui vanno aggiunti:
- Pensione mensile (diritto che acquisiscono dopo 35 mesi in parlamento, mentre obbligano i cittadini a 35 anni): da 4.762.669 fino a oltre 15.000.000
- Indennità di carica: da 650.000 a 12.500.000
- Finanziamento ai partiti (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti e relativo referendum): 1.414.000.000 al giorno
- Rimborso spese elettorali: 200.000.000
- Rimborso annuale se fondano un giornale: 50.000.000
- Auto blu e scorta 24-ore-su-24 vita-natural-durante per chi è stato presidente della Camera (anche se non si occupa più di politica, come ad es. la sig.ra Pivetti)
Risultato:
- Ogni deputato costa la faraonica cifra di 297.000.000 di Lire al mese (circa 153.388 €uro), cioè intorno ai 9.900.000 Lire al giorno, ossia 413.000 Lire all’ora
- La sola camera dei deputati costa al cittadino 4.289.968 Lire al minuto
- In base a quanto hanno dichiarato, sono finora costati 2.245 miliardi €uro
Fonte: Ministero del Programma di Governo
Fonte: sito internet www.camera.it

PNL low coast

1 Settembre 2007 Commenti chiusi

PNLCoaching è una piattaforma virtuale no profit, nasce nel luglio 2007 da un gruppo di allievi e studenti delle migliori scuole di PNL in Italia e nel mondo.
In un mondo dove tutto si misura con i soldi e purtroppo anche i corsi di PNL costano molto, PNLCoaching crede invece nel diritto di tutti a beneficiare di queste tecniche e di questa disciplina, e sogna un mondo migliore, dove una comunicazione ed un’interazione efficace fra le persone possa dettare la differenza e migliorare la vita di tutti.
Il gruppo PNLCoaching è un gruppo noprofit, non ci guadagna niente e non vuole guadagnare niente, per questo è un’organizzazione priva di tessere, di attestati, di amministratori delegati e quant’altro; si tratta solo di desiderio di condivisione del nostro fare/sapere, di promozione della PNL, di segnalazione attraverso le nostre conoscenze e dei nostri contatti di eventi di formazione di PNL gratuiti o dai costi bassissimi, come sessioni low coast o dimostrazioni e corsi promozionali gratuiti delle migliori scuole e istituti.
Sogniamo un mondo dove tutti possano accedere liberamente ai metodi comunicazionali di questa disciplina, per fare questo agiamo attraverso quanto è nelle nostre possibilità per favorire l’utilizzo da parte di tutti della PNL e della PNL3 e chissà se un giorno questa nostra attività non ci venga riconosciuta e supportata dal ministero della salute o dal ministero dell’istruzione italiano, e come tale finanziata e aiutata a prosperare e a regalare a tutti un modo migliore di vivere.

Prosegui la lettura…

DITEMI CHE NON E’ UNA TIGRE!?

20 Giugno 2007 Commenti chiusi

La mia gatta puzzona.

Antonello Di Mario presenta il suo libro su Aldo Moro

19 Giugno 2007 Commenti chiusi

Cari amici,
ricordiamo a tutti l?appuntamento culturale di venerdì 22 giugno, ore
17, con
la presentazione del volume ?L?attualità politica di Aldo Moro negli
scritti
giornalistici dal 1937 al 1978? (Tullio Pironti editore, 170 pagine, 12
euro)
scritto dal giornalista Antonello Di Mario. Sarà presente l?autore.
Il libro, che si apre con una prefazione di Nicola Mancino,
vicepresidente
del Consiglio superiore della magistratura, sta calamitando nuovo
interesse
sulla quarantennale attività pubblicistica del leader democristiano.
Svolgendosi l?iniziativa presso la nostra sede, dove il salone non ha
ovviamente la capienza di un teatro, è assolutamente necessaria la
prenotazione inviando un?e-mail a: info@forchecaudine.it.
Grazie e a presto !

Il presidente
Dott. Giampiero Castellotti

Il vicepresidente
Avv. Donato Iannone

Il segretario generale
Sig. Gabriele Di Nucci

Un testo per approfondire l’ennesimo aspetto – la quarantennale attività pubblicistica – del poliedrico impegno civile di Aldo Moro, parlamentare, costituente, ministro, capo del governo, segretario e presidente del consiglio nazionale della Dc ma anche docente universitario, avendo insegnato per lungo tempo Istituzioni di diritto e procedura penale presso la facoltà di Scienze politiche de “La Sapienza” di Roma.
Il libro ripercorre e analizza gli scritti del politico pugliese – tratti nell’ordine da “Azione Fucina”, “Studium”, “Ricerca”, “La Rassegna”, “Pensiero e Vita”, “Il Giorno” – facendo emergere esami seri, scrupolosi e lungimiranti dei fenomeni politici e sociali di quegli anni.

Il libro, che sara’ presentato a Roma il 22 giugno alle 17 presso l’associazione dei molisani, in via Foligno, sta calamitando nuovo interesse sulla quarantennale attivita’ pubblicistica del leader democristiano influenzata, in particolare, dall’opera del filosofo francese Jacques Maritain, il teologo, scomparso nel 1973, che avvicino’ gli intellettuali cattolici alla democrazia allontanandoli da posizioni piu’ tradizionaliste. Papa Paolo VI, che contribui’ alla divulgazione delle sue opere in lingua italiana, lo considero’ il proprio ispiratore.

Marco Travaglio presenta il suo ultimo libro

14 Giugno 2007 2 commenti


Marco Travaglio a Bojano per la presentazione del libro
“La scomparsa dei fatti”

INVITO

LA SCOMPARSA DELL?INFORMAZIONE

Da ?Calciopoli? a ?Vallettopoli?:
quando finisce l?inchiesta Giornalistica e quando inizia l?inchiesta Giudiziaria

Ne discutono con il Giornalista PAOLO DE CHIARA:

Augusto MASSA
(Senatore della Repubblica e Segretario Regionale Democratici di Sinistra)

Giuseppe NARDUCCI
(Sostituto Procuratore della Repubblica di Napoli)

MARCO TRAVAGLIO
(Giornalista e Autore del libro ?La scomparsa dei fatti?

BOJANO (CB) 15 GIUGNO 2007 ORE 17,00
HOTEL PLEIADI?S

Per un?nformazione Libera, Indipendente e Dignitosa
Per il rispetto della Magistratura.

Foto: Isernia, 28 maggio 2006 – Marco Travaglio ed Elia Tropeano.
Occasione (Marco Travaglio presenta ad Isernia il libro “Le mille balle blu”

A PRANZO CO’ DON MERLO. L’ospite che non mangia. Saggio da recitare,

10 Giugno 2007 2 commenti


L’ultimo lavoro dello scrittore e saggista Carmine Natale occupa attualmente la 36a posizione tra i primi 100 libri più venduti dalla prestigiosa società editrice americana Lulu.com;

Con Don Merlo avrete modo di conoscere i veleni (muffe, solventi, metalli pesanti, bacterj, ?) presenti negli alimenti; e alcuni utilizzàti nella dentistica e nell?abbigliamento. E le favole? E la nazionale italiana di calcio? Lo stile dell?opera è tipico degli autori: punteggiatura spagnola, forme aferetiche e apocopate, citazioni (Beckett, Boccaccio, Coen, Ionesco, Jarry, Kafka, Molière, Pirandello), e – realtà forse unica nella letteratura teatrale – dialogo anche “attraverso” la scrittura chat. With Don Merlo you will be able to know the poisons (mildews, dissolvents, heavy metals, bacteria…) you can find in the food; and some used in dentistic field and for clothing. And the fables? And the Italian soccer national squad? The style of the work is tipical of the authors: spanish puntuaction, apheresis, citations (Beckett, Boccaccio, Coen, Ionesco, Jarry, Kafka, Molière, Pirandello), and, perhaps only case
Riferimenti: A pranzo co’ don Merlo

I SEGNI NEL TEMPO, nuova edizione del libro di Carmine Natale

10 Giugno 2007 Commenti chiusi


L’opera analizza due aspetti dei nostri mezzi d’informazione: i segni grafici e le mode lessicali. Con centinaja di esemplificazioni tratte dalla televisione (soprattutto dai telegiornali RAI e Mediaset), dalla stampa e da internet, lo studio dimostra che le approssimazioni nella terminologia e, ancor più, nei segni grafici, sono influenzate da quella che l’autore chiama la “grammatica dei chatter”; essa è un modo di esprimersi scoordinato e sgrammaticato tipico dei giovanissimi chatter. Lo stile di scrittura è tagliente, provocatorio, in cui il moderno a volte s’incontra con l’arcaico. / Mass-media language analysis: I investigate how, taking examples from TV spots, press and the Internet, the modern language (graphic signs and lexical trends), is influenced by the “chatters grammar” mode. Some of the analysis concerns the graphic signs, others concerns the lexical trends in the TV journalism and in the translations from foreign languages texts. My writing style is influenced by the ancient ones.
Riferimenti: I segni nel tempo

Fondi dormienti per le vittime dei crack finanziari

8 Giugno 2007 Commenti chiusi

FONDI DORMIENTI(14 MLD DI EURO)I cosiddetti ?conti dormienti? o ?silenti? sono depositi di denaro, cassette di sicurezza, libretti di risparmio, assegni circolari mai rimborsati, titoli azionari o obbligazionari, cauzioni a qualsiasi titolo, appartenenti a persone decedute o scomparse che non risultano più movimentati né reclamati dai legittimi eredi, né in banca, né alla posta. L?utilizzo di tali conti dormienti giacenti ed iscritti nei bilanci delle banche, delle poste o delle finanziarie -sollevato per la prima volta 5 anni fa da Adusbef – stimati tra 14 ed 15 miliardi di euro, dovevano essere destinati, in un emendamento presentato dall?on. Giorgio Benvenuto al d.d.l. risparmio, precisamente all?art.13 (che fissava una serie di misure destinate alla ricerca dei titolari o degli eredi dei titolari di conti correnti che non siano stati movimentati per cinque anni consecutivi, bocciato dalla maggioranza del Governo Berlusconi) a risarcire le vittime dei crack finanziari, bancari, industriali e del ?risparmio tradito?.Precisamente il 3 marzo 2005, la maggioranza di Governo, con il voto determinante della Lega Nord, che aveva fatto la capriola per assecondare i disegni dell?accoppiata Fazio-Fiorani e portare a casa il salvataggio della Credieuronord e dell?oligarchia finanziaria che non risponde mai ad alcuno del suo operato, bocciò in aula alla Camera l?emendamento (primo firmatario l?on. Giorgio Benvenuto), che prevedeva di utilizzare i ?fondi dormienti? delle banche, ossia quei soldi depositati ma non reclamati dagli eredi ed aventi diritto, spesso incamerati dagli istituti di credito, stimati in 14 miliardi di euro, per risarcire i risparmiatori dei bond argentini incappati nei cattivi consigli delle banche. La finanziaria 2006 ha poi istituito un apposito fondo, presso ministero dell?Economia e delle Finanze, alimentato con valori, denaro e beni mobili depositati e giacenti da 10 anni presso banche e finanziarie, ossia tutto ciò che è rimasto fermo su conti correnti, depositi a risparmio nominativi e al portatore, depositi titoli e cassette di sicurezza, e su qualsiasi giacenza sui quali non sia stata compiuta alcuna operazione a iniziativa del titolare o di terzi delegati.L?utilizzo di tali fondi silenti giacenti ed iscritti nei bilanci delle banche (utilizzati da Fiorani per operazione di corruzione o assimilate), possono finanziare fino al 50 per cento, le vittime dei crack finanziari ed industriali, per il restante 50 per cento, la riduzione Irpef per l?anno 2006, su tutti i redditi da lavoro netti, inferiori al tetto dei 16.000 euro annui. Per i conti dormienti fermi da più di 5 anni, la Banca d?Italia ha il dovere di accentrare, in una apposita banca dati, i riferimenti anagrafici consultabili dagli aventi diritto.
Testo di Elio Lannutti (Presidente Adusbef), primavera 2006.
Riferimenti: Elio Lannutti